Print Friendly, PDF & Email

ArteTerapia_2Viviamo l’Arte

Alessandra, una delle protagoniste del nostro laboratorio di Arteterapia, ci invita a vivere l’Arte.

L’arte è dipingere il proprio nome e cognome ed andare a testa alta in una bella poesia, o in un profondo rigo, oppure in uno splendido disegno.

Dove il nostro cuore batte in ogni nuvola di un cielo spensierato, sopra di noi.

L’arte ci spinge all’interno del prossimo.

Si può ad esempio disegnare e recitare poesie insieme.

Così, il nostro sguardo gioioso, con tra le mani, la nostra creazione artistica, entrerà negli occhi del nostro prossimo.

Così entreremo nella stima per noi!

Ci sentiremo apprezzati!

Ci sentiremo contenti!

L’arte unisce le persone.

E fra le persone che amano l’arte, succede una cosa bellissima!

Che cosa? Noi, non siamo diagnosi, e anche se lo fossimo, la gente che insieme a noi ha capito bene l’arte, ha imparato a chiamarci per nome!

Non siamo uno scarabocchio su una cartella clinica… abbiamo risorse, capacità e speranza, che si fondono con la voglia di vivere ed andare avanti!

Dobbiamo ringraziare l’arte!

Fare arte è fortuna e privilegio!

Oltre ad essere un’amica che ci fornisce la sua accoglienza.

Nel senso che ci fornisce una grande valvola di sfogo!

Valida, molto valida!

Se siamo nervosi, ad esempio, e buttiamo delle pennellate di tempera su un semplice foglio oppure ci sporchiamo con i colori il viso e le mani, e ci piace tanto, succede che i nostri dolori, le nostre paure, annegheranno nel nostro sorriso colorato!

Quindi le energie negative, si trasformano in energie molto positive!

E la nostra anima, prenderà la “bellezza del fare”, “il miracolo di voler bene”, “il miracolo dell’arte”.

L’arte ha una grande potenza!

Ti cambia l’umore in meglio, ti fa avere tanti amici e ti cambia la vita!

L’arte non va mai abbandonata!

Perché se lasciamo l’arte, è come se abbandonassimo un grande pezzo di noi stessi!

Ciò non va bene!

Va bene invece, coltivarla e non reciderla come un fiore che presto diventerà secco!

L’arte deve essere annaffiata e accarezzata dentro e fuori di noi, affinché non muoia mai!

Così, facendo ciò, diventeremo giorno dopo giorno, delle querce.

Belle alte, forti, piene di scoiattoli e pigne.

Le querce: alberi talmente robusti, che nessuno abbatterà mai! “EVVIVA L’ARTE!” Sempre!

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail