Print Friendly, PDF & Email

care_puzzle_redFacendo seguito agli incontri tenuti presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Abruzzo,l’Associazione “Percorsi” ha redatto un nuovo documento ufficiale teso a diffondere su tutta la Regione Abruzzo il progetto ARTIS, presentato e consegnato all’Assessore alla Programmazione Sani-taria della Regione Abruzzo, Dott. Silvio Paolucci, e all’Avvocatessa Alessia Parlatore, responsabile Ufficio “Assistenza sanitaria territoriale ed integrazione sociosanitaria” della Regione Abruzzo, in occasione di una riunione specifica organizzata dal Direttore del DSM Pescara, Dott. Sabatino Trotta, il 29 settembre 2017, con la partecipazione anche degli altri Direttori dei DSM della Regione Abruzzo. Con il Piano Sanitario Regionale 2008-2010, che ha recepito il Progetto ARTIS promosso dall’Associazione Regionale dei Familiari per la Tutela della Salute Mentale “PERCORSI”,  per la prima volta è stata messa in discussione l’impostazione di cura ospedalocentrica e custodialistica. In esso, nella sezione dedicata alla Salute Mentale, si afferma: “…… le ospedalizzazioni potrebbero essere facilmente ridotte nel breve termine, trasferendo le prestazioni verso percorsi di assistenza territoriale, diurna e domiciliare”. Tale dichiarazione lasciava auspicare l’attuazione del Progetto ARTIS su tutto il territorio regionale, ma finoranon è stato finanziato e quindi mai realizzato.  Anche nell’attuale Piano di riqualificazione del Servizio Sanitario abruzzese 2016-2018 si evince l’esigenza di “gestire i pazienti cronici il più possibile a domicilio limitando i ricoveri ospedalieri”. Il Progetto ARTIS, sperimentato e recepito dal 2005 solo dalla ASL e dal Comune di Pescara, gestito dall’Associazione “Percorsi” e successivamente anche dall’Associazione Cosma (2011), è stato inserito nel Piano Sociale Distrettuale (P.S.R. 2016/18) di Pescara. Visti gli ottimi risultati ottenuti a livello di validitàterapeutica, riabilitativa e di inclusione sociale, chiediamo che venga esteso a tutti gli utenti  della Regione Abruzzo indicati dai CC.SS.MM. Nell’ottica di  una adeguata prevenzione i  CC.SS.MM. e gli altri Enti prepostidovrebbero favorire la
conoscenza del Progetto ARTIS perché le famiglie possano fin dai primi segnali di disagio beneficiare di questo valido aiuto. CHE COS’E’ L’ARTIS? L’ ARTI S è  un servizio che corrisponde alle linee di indirizzo emanate dai Progetti Obiettivo Nazionali, dalla Convenzione ONU, dal Piano di AZIONE OMS 2013-2020 e dalle Leggi regionali.  E’ un progetto innovativo: L’operatore svolge l’azione terapeutico riabilitativa nell’ambiente di vita dell’utente, a partire  dal suo contesto familiare e dal tessuto urbano e sociale di appartenenza.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail