Print Friendly, PDF & Email

gita canoaSi  rinnova  la  collaborazione  con  la  UISP Abruzzo/Molise. Sabato 18 giugno 2016 alcuni  utenti  e  operatori  dell’Associazione “Percorsi” sono stati ospiti dell’associazione di Sport  per  tutti presieduta  da  Alberto  Carulli, nell’ambito  di un’uscita  organizzata presso le Gole di San Venanzio  (AQ), rientrante  nel corso  di formazione organizzato  dalla  UISP medesima e partito  nel mese dimaggio  2016,finalizzato  alla preparazione specifica  per l’Accompagnamento di  persone  diversamente abili  nella  pratica di sport outdoor, finanziato dal Ministero del Lavoro  e  delle  Politiche  Sociali  (Legge  383 Anno finanziario 2014 Lettera D).

Al corso hanno partecipato gli operatori della  “Percorsi”  Fabio  Fischietti e Beatrice Massacesi,  mentre  l’uscita  è stata estesa anche ad altri membri della  nostra  Associazione:  Domenico, Filippo,  Lucio  P,  Lucio L, Flora  e  Chiara.  Una giornata  indimenticabile, basata  sullo  sport esteso ad  ogni  cittadino,  integrazione  sociale,  formazione, condivisione  e tanto  divertimento.  La mattinata è stata trascorsa sulla  via  dell’archeologia,  da  Raiano  (AQ) all’acquedotto  delle “Uccole”,  un  itinerario storico  –  archeologico lungo  il  canale romano detto appunto “Via del-le  uccole”,  aperture  e sfiatatoi dell’antico  acquedotto  di  epoca  romana  scavato  nella  roccia, un’opera  idraulica  che, da  circa  2000  anni  ad oggi,  ha  permesso  l’irrigazione di tutta la pianura di Raiano.

Partendo dal centro abitato e più precisamente dal crocifisso ligneo, nei pressi del passaggio av livello, si fiancheggia il canale, che viaggia in sotterranea e di tanto in tanto presenta le “uccole” anch’esse  in  roccia. Un  percorso  di circa  quattro  chilometri,  che  seppur  pianeggiante si  sviluppa  per  la quasi  totalità  a mezza  costa  lungo le ripide pareti delle Gole di SanVenanzio,  a  strapiombo sul fiume Aterno:  un  panorama  davver spettacolare. Dopo  questa  bellissima fatica tutti a  pranzo  (ospiti sempre  della UISP), a base di pesce di fiume, e poi seconda escursione della giornata, questa volta in canoa sul Tirino, definito il fiume più bello d’Italia: il modo migliore per rilassarsi con la mente e con il corpo.

L’acqua cristallina,  la  vegetazione  rigogliosa  e  la  ricca  fauna,  ci hanno  accompagnato  su questo  fantastico  itinerario, partendo dalla località San  Martino,  nel  comune di Capestrano  (AQ),  abbiamo  conosciuto  il  patrimonio  culturale,  monumentale,  paesaggistico  e naturalistico  della  Valle del  Tirino,  territorio  nel quale  è  stata  rinvenuta  la statua  del  Guerriero  di Capestrano,  ricevendo tante  preziose  informazioni elargite dagli accompagnatori. Per  concludere,  l’Associazione  “Percorsi”  desidera ringraziare  Alberto  Carulli,  Maurizio  Cimini,  Guglielmo Di Camillo e tutti i volontari, corsisti e collaboratori  della  UISPAbruzzo/Molise  che  hanno  preso  parte  alla  splendida giornata.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail