Print Friendly, PDF & Email

cancroSotto la lente dei ricercatori ci sono due novità importanti: la prima riguarda la possibilità di utilizzare particolari virus per distruggere i tumori, la seconda mira a indurre al suicidio le cellule cancerose. I virus hanno la capacità di penetrare nelle cellule, moltiplicarsi al loro interno, ucciderle, uscire all’esterno e continuare a diffondersi: è quello che li rende capaci di causare infezioni micidiali. Ed è proprio per questo che si pensa di sfruttarli come truppe legionarie da scatenare contro le cellule tumorali. Il problema sta nel fare arrivare il minuscolo esercito proprio là dove deve combattere, cioè nel cuore tumorale. L’idea rivoluzionaria è utilizzare, come mezzo di trasporto, cellule del sistema immunitario che
convergono verso i tessuti tumorali già danneggiati da chemio e radioterapia; se trasportassero i giusti virus potrebbero dare alle cellule malate il colpo di grazia. Per ora questa strategia ha dato eccellenti risultati sui topi, che sono totalmente guariti da tumori alla prostata. Il grande vantaggio di questo approccio è che potrebbe essere utilizzato per trattare molti tipi diversi di tumore,anche quelli più rari che mancano di terapie specifiche.
La sperimentazione sugli esseri umani sta iniziando.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail