Print Friendly, PDF & Email

oddo eleuterioL’Associazione  “Percorsi”,  rappresentata  dal Presidente  Di  Caro,  dai  soci  delle sezioni  di  Pescara e Montesilvano Sandro Eleuterio e Teresa  Nobilio,  nonché  dallo psicologo  psicoterapeuta Fabio  Fischietti  in  compagnia  di  alcuni  giocatori della nostra squadra di calcetto, ha partecipato all’iniziativa  promossa  dalla  Lega Calcio Serie B, la Pescara  Calcio  e  la  Presidenza del Consiglio Comunale di Pescara inerente  l’incontro incentrato  sulla  disabilità tenutosi mercoledì 30 marzo  2016,  nell’ambito  della terza edizione di “Un Giorno per la Nostra Città” e in occasione  della  giornata nazionale delle persone con disabilità intellettiva.

“L’iniziativa prevede che ogni  società  calcistica  di Serie  B  con  i  propri calciatori, allenatori e dirigenti (tra cui mister Oddo,  il  team  manager  Gessa  e  i  calciatori Pasquato,  Zampano,  Selasi,  Cappelluzzo  e Acosta),  dedichi  un  giorno  al  mese  alla  propria comunità riferisce il presidente del Coniglio Comunale Antonio Blasioli impegnandosi  a realizzare momenti  di  socializzazione.  Quello del 30 marzo è stato particolarmenteimportante per via della ricorrenza della giornata della  disabilità  intellettiva  e anche  per  la sensibilità  del tema  e  del  binomio sport e disabilità, affrontato con tutte le associazioni e realtà che si occupano di disabilità ogni giorno e a cui hanno partecipato con grande entusiasmo la  “Percorsi”  e  l’ASD  Percorsi.

E’  stato  un appuntamento  indimenticabile con l’aspetto più  umano  e  delicato  della  nostra  compagine sportiva che si dimostra sempre pronta e disponibile a questo tipo di scambi. Crediamo molto nella  necessità  di  promuovere occasioni di  in contri di sensibilizzazione su tematiche relative all’integrazione come processo  di  azione  sociale  globale, sviluppando  la consapevolezza  di  essere individui  parte di un tutto”.  L’iniziativa  è poi  proseguita sabato 2 aprile 2016 presso lo Stadio Adriatico  quando,  in  occasione della partita di campionato Pescara-Como, si è giocata una “partita nella partita”, in cui gli utenti e operatori  delle  associazioni coinvolte,  ospiti  d’onore in  tribuna,  hanno  potuto scambiare  palleggi  con  i giocatori  della  Pescara Calcio durante l’intervallo della contesa sportiva, coronando il sogno di correre e giocare nello stadio della propria città.

Fa sorridere notare che, in seguito alla stretta di mano  del  nostro  dirigente pescarese  Sandro Eleuterio  e  del  nostro portiere  Lucio  Leonzio all’allenatore della Pescara  Calcio,  Massimo  Oddo,  il  Pescara  ha  ritrovato  la  strada    del  successo che per molte partite  era  mancato;  infatti, sarà  forse  un  caso,  ma dopo  l’incontro  con  il mondo della disabilità la squadra  ha  imbroccato una serie di successi consecutivi  che  l’hanno portata di filato in  serie  A.  Sicuramente  anche  la  lettura de “Lo Strillone”, il notiziario associativo di  “Percorsi”  consegnato  nell’occasione, ha contribuito al superamento dl momento di depressione collettiva della squadra.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail